Promuovere la sostenibilità negli appalti pubblici per un domani migliore

L’articolo è stato scritto in collaborazione con Aongus Hegarty, Presidente di Dell Technologies in Europa, Medio Oriente e Africa e Louise Koch, Dell Technologies Corporate Sustainability Director.

Questa settimana, vari leader di governo, aziende e società civile si riuniscono a New York per discutere riguardo l’impegno globale per ridurre – e sapersi adattare – ai cambiamenti climatici. Vi è tuttavia un argomento che sembra mancare nella discussione: l’enorme potere degli appalti pubblici nel guidare la domanda e l’innovazione di soluzioni sostenibili.

Siamo a un punto di svolta nella storia umana con due tendenze principali che si uniscono. Da un lato, abbiamo l’alba dell’era digitale che trasformerà gli affari e la società in molti modi. Dall’altro lato, stiamo affrontando le sfide della sostenibilità globale su una scala che richiede un’azione sia globale che locale. Ogni anno utilizziamo più risorse di quante la terra possa rigenerare. A che serve quindi tutta questa innovazione digitale se non ci saremo per vederlo?

Riteniamo che le soluzioni digitali abbiano il potenziale per essere un motore

significativo dello sviluppo sostenibile e di progresso verso gli obiettivi

di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite

(United Nations Sustainable Development Goals)

e verso il Paris Climate Agreement.

Tuttavia, ciò può essere realizzato solo attraverso la collaborazione tra l’industria, i governi e la società civile in uno sforzo congiunto per ridurre al minimo l’impronta ambientale e massimizzare l’impatto positivo della tecnologia per le persone e l’ambiente.

Di recente, Dell Technologies ha annunciato la Call To Action per un IT Public Procurement sostenibile, sollecitando i governi europei e il settore IT a lavorare insieme per garantire che i 45 miliardi di euro di fondi pubblici che attualmente vengono investiti negli appalti IT, promuovano anche una maggiore sostenibilità in tutta la regione e nelle catene di approvvigionamento globali. Abbiamo sempre riconosciuto l’importanza della tecnologia sostenibile e siamo orgogliosi di sostenere questa iniziativa di vitale importanza in un momento in cui organizzazioni e singoli cittadini sono sempre più preoccupati per le questioni sociali e ambientali.

In questo momento, abbiamo la grande opportunità di poter influenzare la trasformazione verso un’economia circolare più sostenibile, quindi il momento di agire è adesso!

 Collaborazione 

Dalle nostre conversazioni con i Clienti sappiamo che i governi, le imprese e persino i cittadini stanno spingendo per una maggiore sostenibilità, buone condizioni di lavoro e riduzione dei rifiuti. Fino ad ora, tuttavia, la maggior parte delle decisioni relative agli appalti IT sono state prese solo in base ai costi, con una considerazione limitata dell’impatto sull’ambiente locale o globale.

Un recente report sulla sostenibilità negli appalti pubblici IT in Europa – condotto dall’agenzia di ricerca Oxford Analytica – evidenzia una serie di ostacoli al progresso. Questi si riferiscono ad una consapevolezza limitata, da parte dei professionisti degli appalti pubblici, per quelli che sono gli standard di sostenibilità e best-practice da seguire. Nonché, questi ostacoli sono rappresentati dalle continue difficoltà di sviluppare criteri chiari e pertinenti – con l’obiettivo di includere considerazioni in merito al ciclo di vita e alla responsabilità della supply chain negli appalti pubblici dell’IT. Il report suggerisce inoltre un approccio collaborativo per migliorare il dialogo tra le parti interessate dell’UE e del governo, i public procurers ed il settore IT.

Circa 1,8tn di euro di spesa pubblica europea spesso

è destinati ai contratti più economici.

 E’ tempo di mettere in discussione la vecchia logica e

garantire che i contratti vengano aggiudicati non solo a

beneficio del bilancio, ma anche per guidare

l’impegno di una sostenibilità nazionale.

Chiediamo ai seguenti key players di promuovere una maggiore sostenibilità negli appalti pubblici:

  • La Commissione europea: contribuire a sviluppare linee guida per l’implementazione della sostenibilità sociale e ambientale nei contratti di appalti IT pubblici, in stretta collaborazione con l’industria, la società civile e le parti interessate del governo nazionale, fornendo informazioni chiave sugli appalti pubblici e la sostenibilità nella regione e aiutando le autorità degli appalti pubblici ad attuare i criteri richiesti.
  • Governi nazionali: promuovere l’uso dei criteri di sostenibilità come default negli appalti pubblici, in linea con i quadri internazionali dell’UE, ONU, OCSE e Responsible Business Alliance (RBA), promuovendo al contempo la collaborazione del settore per comprendere al meglio le sfide e le opportunità di sostenibilità e sviluppo di programmi nazionali, e per aumentare la consapevolezza e lo sviluppo di capacità.
  • Settore IT: promuovere continuamente miglioramenti della sostenibilità ambientale e sociale nei prodotti, nelle operazioni e nella catena di fornitura e impegnarsi con la Commissione europea e i governi nazionali a condividere le migliori pratiche e innovazioni per migliorare la sostenibilità durante il ciclo di vita IT.

Siamo orgogliosi di fare la nostra parte 

Sostenibilità e responsabilità aziendale non sono esercizi di pubbliche relazioni. In quanto comunità imprenditoriale europea, dobbiamo sostenere attivamente e stimolare azioni concrete da parte dei partner del settore pubblico e privato sulla sostenibilità. Guidando la domanda del mercato di prodotti IT sostenibili, è possibile ottenere un cambiamento cumulativo dell’impatto ambientale. Dell Technologies pone la sostenibilità al centro di tutto ciò che fa. Una parte centrale del nostro circular design approach è considerare la sostenibilità in ogni fase del ciclo di vita di un prodotto, dal concetto di progettazione iniziale al suo utilizzo e al suo eventuale riciclaggio. Il nostro obiettivo è raggiungere zero sprechi assicurando che ogni parte dei nostri prodotti possa essere riutilizzata o riciclata e stiamo facendo grandi passi in avanti. Ad esempio, oltre il 90 percento di un laptop Dell è riciclabile.

Abbiamo lanciato la nostra strategia di sostenibilità nel 2013 – con 22 obiettivi ambiziosi su quattro pilastri chiave da raggiungere entro il 2020. Di seguito gli obiettivi:

  • Costruire filiere sostenibili ed etiche.
  • Rispettare l’ambiente attraverso la progettazione, la pianificazione e il riciclaggio dei nostri prodotti e operazioni.
  • Rafforzare le comunità locali e trasformare la vita con la tecnologia attraverso partnership con organizzazioni no profit in tutto il mondo.
  • Promuovere una cultura diversificata e inclusiva in cui tutti i membri del team contribuiscono pienamente con i loro talenti e idee innovative.

Siamo orgogliosi di aver raggiunto la maggior parte di questi obiettivi in ​​anticipo e ora stiamo preparando la nostra visione e gli obiettivi per un Progress Made Real 2030 attraverso i tre pilastri di Advancing Sustainability, Coltivating Inclusion e Transforming Lives with Technology.  Dal riciclaggio della plastica per i nuovi computer, alla trasformazione della plastica legata all’oceano in imballaggi riciclabili, Dell Technologies è leader mondiale nella creazione di una maggiore sostenibilità nella catena di fornitura e nella realizzazione di vari vantaggi di business. Siamo orgogliosi del nostro lavoro in questo settore e oltre ad essere riconosciuta dai CSR Impact Awards, RCBC Environmental Awards e Fortune’s Change the World; Dell Technologies è stata inclusa nell’elenco delle aziende più etiche del mondo nel 2019, e per sei anni consecutivi!

È una responsabilità condivisa

E’ possibile ottenere un cambiamento cumulativo,

se vi è un aumento significativo della domanda di offerte sostenibili.

Non sarà un piccolo passo, in alcun modo, e

richiederà una maggiore consapevolezza da parte degli acquirenti pubblici

riguardo l’importanza di un impatto positivo sulle imprese e sull’ambiente,

insieme a un mutamento globale della mentalità che guarda oltre

il prezzo per favorire una prospettiva

più olistica verso gli appalti.

Questa è una richiesta di collaborazione poiché nessuna azienda, organizzazione o entità pubblica può spostare da sola l’ago della bilancia. Pertanto, ci impegniamo a collaborare con i nostri clienti, colleghi e società per costruire un futuro migliore e più sostenibile. Abbiamo la possibilità di agire – per avviare un movimento di sostenibilità globale che può portare benefici tangibili a tutti – e il tempo è ORA.

Per rispondere alla nostra call to action e unirti a noi mentre ci muoviamo verso un futuro più sostenibile, leggi il comunicato stampa.

Per ulteriori informazioni sul nostro impegno per l’impatto sociale, visita Dell Technologies Social Impact.

Fabio Funari

About the Author: Fabio Funari

Sales Director, Public Sector