Dell Technologies OpenDB Platform: La ricetta Italiana per la Database Trasformation

La trasformazione digitale è una delle priorità principali nell’agenda di ogni CEO, il quale tuttavia, sempre più spesso si trova a dover sostenere i costi di infrastrutture legacy molto onerose e non poter così supportare con finanziamenti sufficientemente adeguati l’evolversi delle applicazioni sempre più in modalità cloud native.

Al fine quindi di poter riutilizzare le risorse e riservare budget per iniziative cloud e DevOps, i clienti devono stabilire le priorità e trovare l’area di maggior attenzione su cui ottimizzare gli investimenti.

Come mostra lo studio di Gartner in ambito Banking & Finance (ID G00465647), figura 1, le licenze software e il relativo supporto rappresentano una parte importante della spesa e molti clienti hanno già avviato iniziative di risparmio sui costi per ridurli:

Figura 1 – IT Spending

Considerando la previsione di Gartner dello scorso anno (ID G00448086) una delle aree SW di maggior attenzione per un eventuale saving è il database:

“Gartner predicts that by 2022 more than 70 percent of new in-house applications will be developed on an open-source database management system, and 50 percent of existing commercial relational database management system instances will have been converted or will be in process of converting.”

Tradizionali DB Commerciali vs DB Open Source

Tale affermazione è avvalorata anche dall’adozione sempre più frequente sul mercato di Database di tipo Open source. Prendendo a riferimento db-engines(*), che misura la popolarità dei Database, si vede chiaramente che i tradizionali DB Commerciali sono in veloce decrescita rispetto ai più moderni, flessibili e meno costosi DB Open source: a Marzo di quest’anno 2021 si è arrivati al superamento da parte dei secondi sui primi.

Figura 2 – Popularity of open source DBMS versus commercial DBMS

Guardando inoltre i DB con maggiore adozione, si nota chiaramente come PostgreSQL (in arancio nel grafico di figura 3) sia quello con la crescita più ampia, sempre sui dati di Marzo si registra più del 35% di incremento verso curve flat o in decisa decrescita degli altri maggiori DB tradizionali (SQL Server -82%, Oracle -18%, DB2 -6%, ecc.):

Figura 3 – DBMS Ranking

Dell Technologies OpenDB Platform

In questo scenario Dell Technologies Italia ha messo a punto una soluzione integrata per consentire ai propri clienti di sfruttare al meglio VMware Tanzu Postgres in abbinata all’ infrastruttura iperconvergente e quindi cloud ready per natura quale DellEMC VxRail. Tramite l’adozione della Dell Technologies OpenDB Platform  si potranno rapidamente spostare tutti o parte dei DB tradizionali risparmiando immediatamente in costi SW.

Uno studio interno Dell Technologies, basato principalmente sui Database di Tier 2, Tier 3 e 4 in genere più facilmente migrabili e che normalmente non hanno esigenze specifiche in termini di prestazioni con relativi costi annessi, dimostra che l’offload comporterà numerose riduzioni in termine di costi: infatti, oltre alla riduzione del costo della licenza perpetua, altra importante fonte di risparmio è il costo del relativo supporto al DB stesso.

L’approccio adottato nello studio di confronto tra la soluzione con DB ed Infrastrutture tradizionali verso la Dell Technologies OpenDB Platform si basa su un modello di dimensionamento a T-Shirt, riportato in figura 4 e messo a punto su esperienze maturate da casi reali, che si traduce in configurazioni standard con una crescita modulare.

Figura 4 – OpenDB Platform T-Shirt Sising model

Lo studio tiene anche in considerazione come componente chiave della soluzione il servizio di consulenza annesso alla Dell Technologies OpenDB Platform per fornire una valutazione tecnica con uno strumento pre-ingegnerizzato per dimostrare la fattibilità, per progettare, migrare e supportare l’intero progetto.

Dallo studio emerge un TCO decisamente allettante, in figura 5 e 6 riportiamo il risultato ottenuto su tre differenti tagli, considerando di migrare il 50% dei DB totali.

Figura 5 – Area di valutazione

Figura 6 – Stima TCO

Hanno collaborato a questo studio:

  • Michele Santulin – Sr.Director, Enterprise Sales 
  • Gianluca Colombo – MDC SE Sr.Manager WER
  • Alberto Lazzarin – MDC vArchitect
  • Alessandro Luppi – MDC Sales Rep
  • Cinzia Serra – Advisory Presales ASE
  • Ivano Ruffoni – Advisory Presales ASE
  • Giovanni Pisegna – Advisory Solution Principal
  • Gianluca Rossetti – VMware Technical Sales Manager 

(*) DB-engines: https://db-engines.com/en/ranking_osvsc

Cinzia Serra

About the Author: Cinzia Serra

Advisory Presales ASE, Dell Technologies Italia